ausiliotecaonline.com

Comunicazione Aumentativa e Alternativa Tecnologie per la Comunicazione

Donare la voce per realizzare il proprio sintetizzatore vocale

Carlotta mentre usa il puntatore oculare per scrivere su whatsapp

Il desiderio di Carlotta di avere una voce umana per il suo pc

Carlotta è una ragazza di 13 anni affetta da Atrofia Muscolare Spinale di tipo 1: una malattia degenerativa rara che le impedisce i movimenti volontari e l'uso della parola (articolazione del linguaggio orale). Ciò però non le ha impedito di imparare a leggere, scrivere, studiare e utilizzare Tecnologie Assistive per comunicare. Qualche tempo fa ha smesso di utilizzare la sintesi vocale che ha sul proprio puntatore oculare perché si tratta di una voce da bambina che non sente più come rispondente ala sua crescita interiore e alla sua consapevolezza. Rifiuta le sintesi vocali con voce adulta che avverte come estranee e fredde. Giusi Castellano che la segue da anni, ormai come volontaria, si è rivolta all'azienda Helpicare fornitrice del puntatore oculare di Carlotta, autorizzato dalla ASL RM1. E' stato quindi sperimentato l'uso di un software assolutamente prescrivibile dal Servizio Sanitario Regionale. In questa sperimentazione che si conduce per la prima volta in Italia, l'azienda Helpicare ha offerto gratuitamente una licenza di uso e con questa è stata realizzata la nuova voce di Carlotta. La novità è che con questo software una ragazza ha volontariamente donato la propria voce a Carlotta e che insieme hanno costruito la nuova sintesi vocale con voce umana di adolescente. Questa voce è e rimane di proprietà di Carlotta e non è commercializzatile. Le due ragazze insieme hanno gestito l'installazione e la registrazione di più di 1500 frasi che sono state poi rielaborate dall'algoritmo del software per fare in modo che Carlotta possa far ascoltare qualunque frase o testo voglia comporre.

il puntatore oculare usato da Carlotta e il software The Grid 3

Leggi cosa pensa la ragazza donatrice della voce

"I miei genitori mi hanno cresciuta insegnandomi l'importanza di potersi esprimere e mi hanno dato sempre i mezzi per farlo, mi hanno insegnato l'importanza della parola e come usarla. Credo che che quello di espressionista uno dei diritti più importanti che abbiamo e che dobbiamo custodire e tutelare, non solo per la nostra libertà ma per quella di tutti. Carlotta si esprime benissimo, anche troppo per l'età che ha, ma la prima cosa che mi ha detto è che non sopportava la sintesi vocale, troppo meccanica e poco empatia. Aiutare Carlotta e realizzare con lei questo progetto è stata un'esperienza bellissima e veramente formativa. Sapere che grazie al mio piccolo sforzo Carlotta oggi finalmente ha una voce che può considerare sua, è per me il riconoscimento più grande". 

image2

Il progetto è stato presentato con successo alla 7° Conferenza Nazionale di Isaac Italy a Catania 26-28 aprile 2019

E' stato inviato l'abstract al Comitato Scientifico della 7° Conferenza Nazionale di Isaac Italy ed è stato valutato e scelto tra molti altri. La presentazione il plenaria è stata svolta da Giusi Castellano e da Erica, la mamma di Carlotta che ha potuto commentare il valore per la famiglia e per la figlia di questo percorso. Carlotta è intervenuta in conferenza grazie al collegamento in diretta e ha fatto ascoltare la sua opinione e parlare di sé con la sua nuova voce.  Con questo progetto abbiamo dimostrato per la prima volta in Italia che è possibile realizzare autonomamente il proprio voice banking . Scienza e tecnologia ci dimostrano che un sintetizzatore vocale può essere realizzato facilmente considerando prima di tutto i bisogni comunicativi complessi delle persone che non possono parlare a causa di gravi malattie.

Carlotta racconta la sua esperienza con la nuova voce

In questo video Carlotta fa ascoltare ciò che ha scritto sull'esperienza di realizzare la voce che sente maggiormente simile a quella che avrebbe desiderato. Carlotta ha scritto un testo con il suo puntatore oculare e lo legge con la nuova sintesi voce. Come si può osservare la fluidità della lettura non è ancora raffinata, ma è valida nell'uso per la conversazione, cioè nella lettura delle frasi che Carlotta scrive con il puntatore oculare. Nel filmato si può osservare l'abilità di Carlotta nel gestire con gli occhi il suo computer, dando i comandi necessari. 

Carlotta e la donatrice

Ecco come è stata realizzata la nuova voce di Carlotta:  lei dà i comandi per la registrazione e l'ascolto delle frasi che la donatrice pronuncia e infine riascoltano insieme la qualità della registrazione di ciascuna frase prima di passare alla successiva. 

Eccoci alla Conferenza Nazionale Isaac Italy a Catania

Questo il video della nostra relazione presentata alla 7° Conferenza Nazionale di Isaac Italy svolta a Catania 26-28 aprile 2019. Carlotta segue da casa la Conferenza e fa ascoltare in diretta il suo testo. Le parole di Carlotta sono state ascoltate da tutti con grande attenzione e partecipazione: è una ragazza che tutti amano !

Chi siamo

La mamma di Carlotta e Giusi Castellano la terapista occupazionale che ha curato il progetto

Leggi l'articolo uscito su BUONE NOTIZIE del Corriere della sera a firma del giornalista Michelangelo Bonessa

Una foto dalla Conferenza di Catania di Isaac Italy dove è stato presentato il progetto

I nostri partner del progetto

image3
image4
image5

Naviga in ausiliotecaonline

Qui c’è molto da vedere. Quindi, fai con calma, guardati in giro e scopri tutto quello che c’è da sapere su di noi. Ci auguriamo che il nostro sito ti piaccia e che tu abbia il tempo di lasciarci un breve commento.

torna alla home page